Ragazza con vitiligine foto

Malattia non contagiosa della pelle, la vitiligine sorge da un’alterazione dei melanociti che provoca la formazione di macchie bianche irregolari sullo strato superficiale dell’epidermide. A questa patologia esistono diversi rimedi, per attenuarne o eliminarne gli effetti, e sulla base dell’intensità del disturbo e dei soggetti a cui è diagnosticata la vitiligine.

Vitiligine, gli effetti di un’alterazione

Studi affermano che l’1% della popolazione mondiale (soprattutto dopo i 20 anni) ne soffre.
Questa patologia non contagiosa è dovuta all’alterazione dei melanociti, le cellule che producono la melanina (che ha la funzione di proteggere dall’azione nociva dei raggi ultravioletti, di prevenire l’invecchiamento della pelle e alcune malattie degenerative, ed è tra i responsabili della colorazione della nostra pelle).

Quando vengono alterati, i melanociti non compiono in modo corretto la loro funzione e inducono la formazione sulla pelle di macchie bianche asimmetriche, che presentano contorni scuri e irregolari. Queste macchie possono diffondersi su tutto il corpo o limitarsi a zone circoscritte.

Quali zone del corpo colpisce la vitiligine?

La vitiligine compare in prevalenza su unghie e zone vicine ad aperture, come occhi, genitali e ano. Può manifestarsi anche su mani, collo e volto.
Questa malattia è chiamata anche leucodermia, perché rappresenta una condizione di ipopigmentazione, carenza o assenza di melanina.

Una patologia autoimmune

Quando è presente la vitiligine, significa che le cellule del sistema immunitario alterano le funzioni dei melanociti, che non producono più melanina. Ecco perché parti del rivestimento cutaneo rimangono bianche.

Per una visita di controllo, affidati a esperti: contatta gli specialisti in dermatologia di IDE.

Quali sono le cause della vitiligine?

Anche se non esistono fattori scatenanti provati da studi e casi, possiamo affermare che l’ereditarietà (una predisposizione genetica) è una possibile causa della vitiligine.

Altre possibili cause che possono favorire la vitiligine sono:

  • disfunzioni della tiroide
  • stress
  • diminuzione delle difese immunitarie
  • stress ossidativo
  • anomala presenza di perossido di idrogeno nelle cellule (una condizione che influenza negativamente la normale pigmentazione della pelle).

Vitiligine: le cure possibili

Diversi sono i rimedi per contrastare questa patologia della pelle.

Innanzitutto è necessario che uno specialista identifichi la patologia e le sue caratteristiche, oltre a esaminare la condizione clinica del paziente. Dopo una prima visita dal dermatologo, è possibile procedere con:

  • la terapia PUVA, che agisce attraverso l’applicazione di sostanze fotosensibilizzanti e la somministrazione controllata dal medico di raggi UV, il tutto per riattivare la funzione dei melanociti
  • raggi UVB, che somministrati per il trattamento della vitiligine portano alla risoluzione parziale del disturbo in tempi più brevi rispetto alla terapia PUVA
  • i farmaci, come i corticosteroidi o gli immunosoppressori per via topica, favoriscono la ripigmentazione della pelle e generalmente svolgono una funzione di supporto alle terapie
  • il trapianto di melanociti è un trattamento suggerito per macchie piccole e quando le terapie non hanno portato a risultati significativi.

Vuoi saperne di più sulle terapie per contrastare la vitiligine? Contatta i dermatologi IDE!

Qualche consiglio dagli esperti

Quando è presente la vitiligine è raccomandato:

  • ridurre l’esposizione della pelle (soprattutto in presenza di carnagione chiara) ai raggi solari, perché l’abbronzatura accentua il contrasto tra le zone chiare colpite da vitiligine e la pelle abbronzata
  • utilizzare i filtri solari adeguati.

È possibile inoltre utilizzare cosmetici (come fondo tinta o lozioni autoabbronzanti) per coprire le macchie chiare.

Un aiuto psicologico…

Quando la presenza della vitiligine diventa un peso per la persona affetta, i dermatologi possono anche consigliare il supporto di uno psicologo, per potenziare la propria autostima, accettare la patologia e tornare a una vita serena.

Per prenotare una visita o conoscere meglio l’Istituto Dermatologico Europeo di Milano, contattaci!