Skip to main content
Prenotazioni & info: 02.5492511info@ide.it

Gatti e Tigna: Consigli per una Convivenza Sana e Sicura

I gatti sono tra i compagni più affettuosi e adorati dagli amanti degli animali.

Con il loro comportamento indipendente ma affettuoso, i gatti sanno conquistare il cuore di chiunque.

Per molti, la presenza di un gatto in casa non è solo una compagnia, ma una fonte di gioia e tranquillità.

Accarezzare un gatto, ascoltare il suo dolce ronfare e giocare con lui sono esperienze che arricchiscono la vita quotidiana, offrendo conforto e felicità.

Tuttavia, come tutti gli animali, anche i gatti possono essere portatori di alcune malattie e infezioni. Una delle più comuni è la tigna (o tinea), un’infezione fungina della pelle che può colpire sia gli animali che gli esseri umani.

La tigna, conosciuta anche come dermatofitosi, può essere trasmessa attraverso il contatto diretto con un gatto infetto o con oggetti contaminati.

Pur essendo una condizione curabile, è importante riconoscerne i sintomi e prendere le misure necessarie per trattarla e prevenirne la diffusione.

Amare i gatti significa anche prendersi cura della loro salute e del loro benessere.

Essere informati sulle possibili malattie e su come prevenirle è fondamentale per garantire una convivenza serena e sicura.

Nelle prossime righe vedremo le modalità di trasmissione della tigna del gatto nell’uomo, i sintomi principali per riconoscerla, sia nel gatto che nell’uomo e le strategie più efficaci per affrontarla senza dover rinunciare al nostro amico a quattro zampe.

Modalità di Trasmissione della Tigna del Gatto nell’Uomo

La trasmissione può avvenire per:

  1. Contatto Diretto: Il contatto diretto con un gatto infetto è la via più comune di trasmissione. Quando accarezzi, coccoli o maneggi un gatto che ha la tigna, le spore del fungo possono trasferirsi dalla pelle e dal pelo del gatto alla tua pelle
  2. Contatto Indiretto: Le spore del fungo che causano la tigna possono vivere su superfici e oggetti per diversi mesi. Quindi, anche se non tocchi direttamente un gatto infetto, puoi contrarre l’infezione entrando in contatto con:
    • Coperte, letti e mobili che il gatto utilizza.
    • Strumenti per la cura del gatto, come spazzole e pettini.
    • Vestiti e superfici su cui le spore fungine si sono depositate.
  3. Ambiente Contaminato: Le spore fungine possono essere disperse nell’ambiente. Ad esempio, il pelo del gatto infetto che cade sul pavimento può trasportare spore. Queste spore possono poi essere inalate o entrare in contatto con la pelle, specialmente in ambienti chiusi e umidi.

Occorre quindi prestare molta attenzione e conoscere bene le modalità di trasmissione per poterla prevenire.

Tinea del Gatto nell’Uomo: come si manifesta?

I sintomi della tigna del gatto nell’uomo possono variare a seconda della parte del corpo colpita, ma ci sono alcuni segni comuni che possono indicare l’infezione.

  1. Lesioni Circolari
    • Macchie rosse o rosa a forma di anello con bordi rialzati e squamosi.
    • Il centro della lesione può apparire più chiaro rispetto ai bordi.
  2. Prurito
    • Le aree infette possono causare prurito intenso, portando a graffi e irritazioni.
  3. Pelle Squamosa o Desquamata
    • La pelle nelle aree infette può diventare squamosa, secca e desquamata.
  4. Infiammazione
    • Le lesioni possono essere infiammate e dolorose, soprattutto se grattate.
  5. Bollicine o Vesciche
    • In alcuni casi, possono comparire piccole bollicine o vesciche ai bordi delle lesioni.

Riconoscere i sintomi è molto importante per una corretta presa in carico del problema.

Ricorrere ad una visita dermatologica per individuare la reale natura della tigna è assolutamente consigliato.

Come Capire se il Proprio Gatto ha la Tigna o ne è Portatore?

Capire se il tuo gatto ha la tigna o ne è portatore può essere difficile, poiché i sintomi possono variare e in alcuni casi possono essere assenti.

Tuttavia, ci sono diversi segnali e metodi diagnostici che possono aiutarti a determinare se il tuo gatto è infetto o portatore di tigna.

I gatti con la tigna possono mostrare uno o più dei seguenti sintomi:

  1. Lesioni Cutanee
    • Aree circolari senza pelo, spesso con pelle squamosa o crostosa.
    • Lesioni prevalentemente sulla testa, le orecchie, le zampe anteriori e la schiena.
  2. Prurito e Grattamento
    • Il gatto può grattarsi frequentemente le aree infette.
  3. Peli Fragili o Spezzati
    • I peli possono apparire fragili e spezzati vicino alla base.
  4. Unghie Anomale
    • Le unghie possono essere fragili, ispessite o deformate se l’infezione colpisce la zona delle unghie.
  5. Assenza di Sintomi
    • Alcuni gatti, specialmente quelli portatori, possono non mostrare sintomi visibili ma possono comunque diffondere le spore fungine.

Per esserne certi è sempre meglio far vedere il gatto ad un veterinario.

I veterinari possono utilizzare diversi metodi per diagnosticare la tigna:

  1. Esame con la Lampada di Wood
    • Il veterinario utilizza una lampada di Wood (luce ultravioletta) per illuminare le lesioni cutanee. Alcuni funghi, come il Microsporum canis, fluorescono sotto questa luce.
  2. Esame Microscopico
    • Un campione di peli o pelle viene esaminato al microscopio per identificare la presenza di spore fungine.
  3. Coltura Fungina
    • Un campione di peli, pelle o unghie viene coltivato in laboratorio per identificare il tipo specifico di fungo. Questo metodo è molto accurato ma può richiedere diverse settimane per ottenere i risultati.
  4. Biopsia Cutanea
    • In casi difficili da diagnosticare, il veterinario può prelevare un piccolo campione di pelle per un esame istopatologico.

Strategie Pratiche per la Convivenza

La tinea nell’uomo, trasmessa dai gatti, può essere prevenuta e trattata efficacemente con una serie di accorgimenti:

  1. Cura e Igiene del Gatto
  • Visite Veterinarie Regolari
    • Porta il tuo gatto dal veterinario per controlli di routine e vaccinazioni. Il veterinario può identificare segni precoci di infezioni come la tigna e fornire consigli specifici.
  • Igiene del Pelo
    • Spazzola regolarmente il pelo del tuo gatto per rimuovere peli morti e sporco. Usa spazzole e pettini puliti e disinfettali dopo ogni uso.
  • Bagni con Shampoo Antifungini
    • Se il tuo veterinario lo consiglia, utilizza shampoo antifungini specifici per gatti per ridurre il rischio di infezioni fungine.

2. Igiene Personale

  1. Lavaggio delle Mani
    • Lava le mani con sapone e acqua calda dopo aver toccato il gatto, soprattutto se sospetti che possa avere la tigna.
  2. Non Condividere Oggetti Personali
    • Evita di condividere asciugamani, vestiti e altri oggetti personali con il tuo gatto. Mantieni questi oggetti puliti e separati.

3. Pulizia della Casa

  1. Pulizia Frequente
    • Pulisci e disinfetta regolarmente le superfici e gli oggetti con cui il gatto entra in contatto, come letti, coperte, giocattoli e lettiere.
  2. Aspirapolvere con Filtri HEPA
    • Utilizza un aspirapolvere con filtri HEPA per rimuovere efficacemente le spore fungine dall’ambiente domestico.
  3. Lavaggio di Tessuti
    • Lava spesso lenzuola, asciugamani e coperte in acqua calda e con un detergente antifungino.

4. Isolamento e Trattamento

  1. Isolamento Temporaneo
    • Se il tuo gatto è diagnosticato con la tigna, isolalo temporaneamente dagli altri animali domestici e dai membri della famiglia fino a quando l’infezione non è sotto controllo.
  2. Trattamento Antifungino
    • Segui attentamente il trattamento prescritto dal veterinario per il tuo gatto. Questo potrebbe includere farmaci orali, creme topiche o shampoo specifici.

5. Prevenzione della Tigna

  1. Evita il Contatto con Animali Infetti
    • Limita il contatto del tuo gatto con animali sconosciuti o che potrebbero essere infetti. Se frequenti rifugi per animali o parchi, controlla il tuo gatto al ritorno.
  2. Mantenere l’Igiene del Gatto
    • Assicurati che il tuo gatto sia sempre pulito e ben curato. Questo riduce il rischio di infezioni fungine e altre malattie.

6. Educazione e Consapevolezza

  1. Educazione dei Membri della Famiglia
    • Informare tutti i membri della famiglia sull’importanza dell’igiene e delle precauzioni necessarie per prevenire la diffusione della tigna.
  2. Monitoraggio Regolare
    • Controlla regolarmente la pelle e il pelo del tuo gatto per segni di infezione, come lesioni circolari, perdita di pelo o pelle squamosa.

7. Consulenza dermatologica

  • Consultare un dermatologo
    • Se sospetti di avere la tigna, è importante ricorrere ad una visita dermatologica per una diagnosi e un trattamento adeguati.
    • Seguire le indicazioni del medico riguardo al trattamento e alla prevenzione della diffusione dell’infezione.

Con una combinazione di trattamento farmacologico, igiene personale e pulizia ambientale, è possibile risolvere la tigna e prevenire future infezioni.