Skip to main content
Prenotazioni & info: 02.5492511info@ide.it

GINECOLOGIA MILANO

Ginecologo esperto a Milano

La ginecologia di IDE Milano si occupa prettamente della cura e della prevenzione dell’apparato genitale femminile e delle patologie ad esso correlate.

Presso la clinica ginecologica di Milano IDE è possibile effettuare visite ginecologiche con dermatologi e ginecologi professionisti.

La ginecologia abbraccia un ambito molto complesso della medicina dedicata alle donne e si intreccia direttamente con varie fasi della vita femminile.

L’anatomia genitale femminile è naturalmente parte integrante di questa molto ampia disciplina.

Per questo occorre sapere, soprattutto se si è donna, che le grandi labbra e le piccole labbra, il clitoride e gli ingressi della vagina e dell’uretra fanno tutti parte della vulva, tutte queste zone anatomiche, formano il cosiddetto “pacchetto” dei genitali femminili esterni.


Visite Ginecologiche di IDE Milano

Le visite ginecologiche sono un elemento cruciale per la salute delle donne, consentendo la prevenzione, la diagnosi precoce e la gestione delle condizioni ginecologiche e ostetriche.

La frequenza e il tipo di visite raccomandate possono variare in base all’età, alla storia medica personale e alla situazione individuale, pertanto è fondamentale discutere con un professionista sanitario di IDE Milano per determinare quali esami siano appropriati per ogni donna.

Ecco di seguito la serie di Servizi Ginecologici erogati dalla clinica IDE.

SCEGLI LA VISITA GINECOLOGICA CHE STAI CERCANDO DAL MENU’ QUI SOTTO:

Ecografia Ginecologica

L’ecografia ginecologica, o ecografia pelvica, è una procedura medica che utilizza onde sonore ad alta frequenza per creare immagini dettagliate degli organi pelvici interni delle donne, come l’utero, le ovaie e la cervice.

Questa procedura è comunemente impiegata per diagnosticare una vasta gamma di condizioni ginecologiche e ostetriche.

L’ecografia ginecologica è una procedura non invasiva generalmente ben tollerata, utilizzata per scopi di screening, diagnosi e monitoraggio in diverse situazioni cliniche, tra cui problemi ginecologici, gravidanze e condizioni come la sindrome dell’ovaio policistico o l’endometriosi.

Ecco una spiegazione più dettagliata della procedura di ecografia ginecologica:

  1. Preparazione: Normalmente, la paziente non richiede una preparazione speciale per un’ecografia ginecologica. Tuttavia, potrebbe essere necessario bere acqua prima dell’esame per avere una vescica piena, il che può migliorare la visualizzazione degli organi pelvici.

  2. Posizionamento: La paziente viene posizionata sulla tavola dell’ecografo, generalmente sdraiata sulla schiena con i piedi sollevati leggermente negli appositi supporti. Un gel trasparente viene applicato sulla pelle dell’addome o nella vagina (per l’ecografia transvaginale) per migliorare la trasmissione delle onde sonore.

  3. Sonda: Il medico o il tecnico inizia l’esame utilizzando una sonda ecografica. Nell’ecografia pelvica addominale, la sonda viene posizionata sull’addome e, muovendola con delicatezza, si ottengono immagini degli organi pelvici. Per l’ecografia transvaginale, viene utilizzata una sonda sottile inserita nella vagina per ottenere immagini più dettagliate e vicine agli organi pelvici.

  4. Acquisizione delle immagini: Durante l’esame, il medico sposta la sonda per ottenere diverse visualizzazioni degli organi pelvici. Le onde sonore ad alta frequenza emesse dalla sonda penetrano nei tessuti pelvici e ritornano, creando immagini in tempo reale sullo schermo dell’ecografo. L’operatore registra immagini chiare degli organi, tra cui utero, ovaie, tube di Falloppio e cervice.

  5. Esame in tempo reale: L’ecografia consente al medico di valutare la dimensione, la forma e la posizione degli organi pelvici e di misurare specifiche dimensioni, come il diametro dell’ovaio o lo spessore dell’endometrio. Inoltre, è possibile visualizzare il flusso sanguigno nei vasi pelvici utilizzando l’ecocolordoppler.

  6. Documentazione: L’operatore cattura le immagini significative durante l’esame per scopi di diagnosi e documentazione. Queste immagini possono essere utilizzate per identificare anomalie come cisti ovariche, fibromi uterini, polipi, calcoli nelle vie urinarie o per confermare una gravidanza in corso.

  7. Risultati: Una volta completata l’ecografia, il medico analizza le immagini e fornisce una valutazione preliminare. Successivamente, i risultati vengono discussi con la paziente, spiegando eventuali anomalie o condizioni individuate e raccomandando ulteriori test o trattamenti se necessario.


Colposcopia Ginecologica

La “colposcopia” è una procedura medica di precisione impiegata per l’osservazione ravvicinata della cervice uterina e delle pareti vaginali superiori.

Per condurre questo esame, si fa uso di uno strumento denominato “colposcopio,” che costituisce un microscopio specializzato provvisto di potenti lenti d’ingrandimento e una sorgente luminosa intensa.

La colposcopia viene tipicamente effettuata quando emergono segnali diagnostici, quali risultati anomali nei test del Pap, o in caso di sospetti concernenti modifiche precancerose o cancerose nella regione cervicale.

Segue un’analisi tecnica approfondita del processo di colposcopia:

  1. Fase di Preparazione: Prima di avviare la colposcopia, la paziente viene posizionata in una poltrona ginecologica, simile a quella utilizzata per le visite di routine. Generalmente, la paziente si adagia supina, con i piedi sistemati comodamente negli appositi supporti.

  2. Utilizzo dello Speculum Vaginale: Come avviene durante una visita ginecologica consueta, il medico introduce uno speculum vaginale all’interno della vagina. Questo speculum viene delicatamente aperto per ottenere una chiara visualizzazione del collo dell’utero, permettendo al medico di esaminare dettagliatamente le pareti vaginali superiori e la cervice.

  3. Applicazione di Soluzioni Speciali: Successivamente, si procede all’applicazione di soluzioni speciali, come l’acido acetico (noto anche come aceto) e il lugol iodine, direttamente sulla cervice. Queste soluzioni contribuiscono a evidenziare le potenziali aree di tessuto anomalo o con alterazioni cellulari.

  4. Utilizzo del Colposcopio: Il medico impiega il colposcopio, collocato a breve distanza dall’apertura vaginale, per effettuare una dettagliata osservazione del collo dell’utero e delle pareti vaginali superiori. Il colposcopio emette una luce intensa che illumina la regione d’interesse, fornendo una visione ingrandita attraverso le sue sofisticate lenti. Questo permette al medico di individuare con precisione dettagli e potenziali aree di interesse medico.

  5. Esame delle Lesioni: Durante la colposcopia, il medico verifica la presenza di segni di tessuto anomalo, come variazioni di colore, strutture vascolari irregolari o altre caratteristiche che potrebbero indicare la presenza di lesioni precancerose o cancerose.

  6. Biopsia (se Necessaria): Qualora emergessero aree sospette, il medico può decidere di eseguire una biopsia, prelevando un campione di tessuto da tali regioni per successive analisi in laboratorio. La biopsia rappresenta un passo cruciale per la conferma della presenza di cellule anomale o cancerose e per stabilire il grado di gravità delle lesioni.

  7. Valutazione dei Risultati: Una volta completata l’ecografia e, se appropriato, la biopsia, i risultati ottenuti vengono attentamente esaminati in laboratorio. Sulla base dei risultati della biopsia, il medico discuterà con la paziente le opzioni terapeutiche disponibili e pianificherà un adeguato piano di gestione, se necessario.

La colposcopia si configura come una procedura fondamentale per la diagnosi precoce e il trattamento delle lesioni cervicali precancerose o cancerose.

È essenziale notare che, pur potendo causare un modesto disagio o una leggera pressione, la procedura è generalmente ben tollerata dalle pazienti.

La decisione di effettuare una colposcopia si basa su criteri clinici e risultati di screening, e di solito è raccomandata solo quando sussistono sospetti riguardo a anomalie cervicali.


Vulvoscopia Ginecologica

La vulvoscopia è una procedura medica specializzata utilizzata per esaminare in modo dettagliato la vulva, che rappresenta la parte esterna dell’apparato genitale femminile.

La vulva comprende strutture come le grandi labbra, le piccole labbra, il clitoride e il vestibolo vulvare.

Per condurre questa valutazione approfondita, viene utilizzato uno strumento denominato vulvoscopio, il quale è simile a una lente d’ingrandimento e dispone di una fonte di illuminazione integrata.

L’obiettivo principale della vulvoscopia è quello di esaminare attentamente la vulva per individuare e diagnosticare una vasta gamma di condizioni vulvari, tra cui infezioni, lesioni, cambiamenti cutanei anomali e tumori.

Per comprenderne meglio il processo, ecco una spiegazione più dettagliata della vulvoscopia:

  1. Preparazione: La paziente viene posizionata comodamente sulla poltrona ginecologica in una posizione analoga a quella adottata durante una visita ginecologica di routine. La comodità e il benessere della paziente sono fondamentali per il successo della procedura.

  2. Illuminazione e Visualizzazione: Il medico inizia l’esame accendendo la luce del vulvoscopio e posizionando delicatamente lo strumento sopra la vulva. Il vulvoscopio è stato appositamente progettato per fornire un’illuminazione intensa e una visione ingrandita delle strutture vulvari. Questo consente al medico di esaminare con estrema precisione la vulva per individuare qualsiasi anomalia o problema.

  3. Esame Minuzioso: Durante la vulvoscopia, il medico osserva attentamente ogni parte della vulva, comprese le grandi labbra, le piccole labbra, il clitoride e il vestibolo vulvare. Viene data particolare attenzione al colore, alla forma, alla consistenza e alla presenza di lesioni o cambiamenti cutanei. L’esame è dettagliato e mirato a individuare qualsiasi segno di preoccupazione.

  4. Documentazione e Valutazione: Durante l’esame, il medico può documentare le scoperte rilevanti, come immagini se necessario, per avere una registrazione accurata. La valutazione comprende anche il controllo dei tessuti e la ricerca di segni di infezioni, irritazioni, lesioni, cicatrici o altre condizioni vulvari.

  5. Biopsia (Se Necessaria): Se emergono sospetti di anomalie significative, il medico potrebbe decidere di eseguire una biopsia. Questo procedimento consiste nel prelevare un piccolo campione di tessuto dalla vulva per condurre ulteriori analisi in laboratorio. La biopsia è un passo cruciale per confermare una diagnosi precisa e stabilire il trattamento adeguato.

  6. Risultati e Discussione: Una volta completata la vulvoscopia e, se necessario, la biopsia, i risultati vengono attentamente esaminati in laboratorio. In base a questi risultati, il medico discute con la paziente qualsiasi diagnosi, opzioni di trattamento e piani di gestione che potrebbero essere necessari.

È importante sottolineare che la vulvoscopia è generalmente ben tollerata e non dovrebbe causare un disagio significativo.

Questa procedura viene frequentemente utilizzata per esaminare sintomi come prurito, dolore, irritazione o cambiamenti cutanei nella zona vulvare.

È di fondamentale importanza rivolgersi a un medico o a un ginecologo in caso di sospetti problemi vulvari o di sintomi inusuali al fine di ottenere una valutazione accurata e una diagnosi appropriata.


Pap Test Ginecologico

Il Pap test, noto anche come “citologia cervicale” o “test di Papanicolaou”, è un esame fondamentale di screening ginecologico finalizzato all’identificazione di eventuali alterazioni nelle cellule della cervice uterina, ovvero il collo dell’utero.

Questa procedura riveste una cruciale importanza nella diagnosi precoce di cambiamenti cellulari precancerosi o cancerosi, contribuendo in modo significativo alla prevenzione del cancro cervicale.

Ecco una spiegazione tecnica approfondita del processo del Pap test:

  1. Preparazione: Prima di avviare il Pap test, la paziente è accomodata sulla poltrona ginecologica, spesso in una posizione analoga a quella durante una visita ginecologica di routine. L’obiettivo principale è garantire che la paziente si senta rilassata e a proprio agio.

  2. Speculum Vaginale: Il medico inizia inserendo uno speculum vaginale nella vagina. Questo strumento appositamente progettato viene delicatamente aperto per consentire una chiara visualizzazione e per esporre la cervice uterina. Lo speculum è utilizzato per mantenere aperta la vagina, agevolando così l’accesso alla cervice.

  3. Raccolta di Campioni: Il medico utilizza uno strumento chiamato “scovolino” o “spatola” per raccogliere campioni di cellule dalla superficie della cervice uterina. Questo processo può comportare un raschiamento delicato o un prelievo di cellule sia dalla zona ectocervicale (che rappresenta la parte esterna del collo dell’utero) sia dalla zona endocervicale (ossia l’area all’interno del canale cervicale).

  4. Preparazione del Campione: Le cellule raccolte vengono poi collocate su un vetrino di vetro e fissate mediante una soluzione speciale. Questo vetrino viene attentamente etichettato per consentire un’identificazione precisa in laboratorio.

  5. Esame Microscopico: Il campione di cellule viene inviato in laboratorio, dove sarà soggetto a un approfondito esame microscopico effettuato da un citologo o da un patologo. Questi esperti analizzano con grande attenzione le cellule al fine di identificare qualsiasi cambiamento o anomalia. L’obiettivo principale è individuare la presenza di cellule anormali o precancerose.

  6. Risultati: Una volta completata l’analisi, i risultati del Pap test vengono restituiti al medico che ha eseguito la procedura. Quest’ultimo discute con la paziente i risultati, fornisce spiegazioni approfondite e, se necessario, raccomanda ulteriori test o trattamenti.

È importante sottolineare che il Pap test rappresenta un elemento fondamentale nello screening di routine per la prevenzione e la diagnosi precoce del cancro cervicale.

La procedura è solitamente ben tollerata e generalmente non comporta un disagio significativo.

La frequenza con cui viene raccomandato il Pap test può variare in base alle linee guida mediche e alla storia clinica della paziente, ma solitamente è consigliato ogni tre anni per le donne tra i 21 e i 65 anni.

Tuttavia, il piano di screening può essere personalizzato in base a fattori individuali e alle indicazioni del medico.


Visita di ginecologia dermatologica a Milano

Se pensi di aver bisogno di una visita di ginecologica dermatologica a Milano o nella relativa provincia, non esitare a contattare la clinica Ginecologica IDE.

IDE è una clinica che tratta moltissimi problemi relativi alla dermatologia ginecologica.

Da queste zone esterne dei genitali femminili solitamente possono partire le condizioni di contatto che possono a loro volta portare all’insorgenza di più o meno gravi malattie veneree o dermatologiche.

Nel linguaggio comune, la vulva viene spesso ma erroneamente indicata come la vagina, nonostante il fatto che queste parole corrispondano a posizioni anatomiche separate nell’anatomia di una donna.

Inutile dire che l’igiene intimo è uno dei pilatsri importanti del benessere dell’intimo femminile, senza mai ovvimante eccedere, poiché tutte queste zone sono regolate da Ph dermatologici molto delicati.

Quando si tratta di lavare la vulva, la stragrande maggioranza degli specialisti sconsiglia l’uso di lavande, profumi o qualsiasi cosa diversa da un sapone indicato.

Anche l’anatomia di ogni singolo organo genitale presenta strutture differenti, le quali possono portare alla predisposizione di varie patologie ginecologiche.

Alcune donne hanno le labbra vaginali più grandi o più piccole, o le loro labbra possono essere asimmetriche, in alternativa, un lato può essere più grande dell’altro.


Tipi di Visite Ginecologiche esistenti

Le visite ginecologiche rappresentano un aspetto fondamentale della cura della salute femminile, svolte da medici specializzati in ginecologia o ostetricia.

Esistono diverse categorie di visite ginecologiche, ciascuna progettata per scopi specifici, al fine di preservare e monitorare la salute delle donne nel corso della loro vita.

Di seguito, esploreremo più dettagliatamente le diverse tipologie di visite ginecologiche:

1. Visita ginecologica di routine: Questa visita costituisce il pilastro fondamentale della cura della salute femminile. Solitamente, viene raccomandata alle donne dopo l’inizio dell’attività sessuale o a partire dai 18 anni di età. Durante questa visita, il medico eseguirà un esame completo dell’apparato genitale esterno e interno, esaminando attentamente l’utero e le ovaie attraverso un esame pelvico. È anche un momento ideale per affrontare questioni legate alla contraccezione, alla salute sessuale e per rispondere a eventuali domande o preoccupazioni della paziente.

2. Pap test: Il Pap test è un test vitale per la prevenzione del cancro cervicale. Durante la visita ginecologica di routine, vengono prelevati campioni di cellule dall’utero e dal collo dell’utero per individuare precoci segnali di cancro cervicale. Questo esame è un importante strumento di screening per la salute delle donne ed è fondamentale per la diagnosi precoce e la gestione delle condizioni cervicali.

3. Mammografia: Le mammografie sono raccomandate alle donne sopra i 40 anni, ma l’età esatta per iniziare può variare in base a fattori individuali e alle linee guida regionali. Questo esame è finalizzato alla rilevazione tempestiva del cancro al seno. Attraverso l’utilizzo di raggi X, vengono catturate immagini dettagliate delle mammelle, consentendo una valutazione accurata delle eventuali anomalie o masse.

4. Ecografia pelvica: L’ecografia pelvica è uno strumento diagnostico utilizzato per esaminare l’utero, le ovaie e altre strutture pelviche mediante l’uso di ultrasuoni. Questo esame è utile per rilevare e valutare condizioni come cisti ovariche o fibromi uterini, fornendo informazioni cruciali per la gestione delle problematiche ginecologiche.

5. Esami delle MST: In presenza di sospetti o rischi di infezioni sessualmente trasmissibili (MST), il medico può prescrivere specifici test diagnostici. Questi test includono rilevamenti per clamidia, gonorrea, herpes genitale e HIV, con l’obiettivo di individuare e trattare queste infezioni precocemente.

6. Esami prenatali: Durante la gravidanza, le visite ginecologiche prendono la forma di visite prenatali. Queste visite periodiche sono essenziali per monitorare la salute della madre e del feto. Durante le visite prenatali, vengono eseguiti esami del sangue, ecografie e monitoraggio della pressione sanguigna per garantire una gravidanza sana e sicura.

7. Colposcopia e biopsia: In caso di risultati anomali del Pap test o sospetti lesioni cervicali, il medico può decidere di eseguire una colposcopia. Questa procedura coinvolge l’uso di un colposcopio per esaminare da vicino il collo dell’utero. Se necessario, viene prelevato un campione di tessuto per una biopsia, che verrà successivamente analizzato in laboratorio per confermare la presenza di cellule anormali o cancerogene.


Come accorgersi dei disturbi ginecologici?

Così come le strutture anatomiche, anche il tessuto cutaneo superficiale della vulva cambia da donna a donna, dalla trama, alla consistenza, all’elasticità.

Questo tipo di variazione è del tutto naturale, dopotutto, la vulva di ogni donna è unica, così come la donna che la possiede.

La tua vulva, a intervalli regolari, si pulirà da sola utilizzando uno scarico di materiale organico generato naturalmente dal tuo corpo, e non solo attraverso le mestruazioni.

È comune e salutare che questi fluidi abbiano un odore, quindi non vi è da preoccuparsi se ne si nota uno.

D’altra parte, questo potrebbe essere un segno di malattia se si nota un odore sgradevole o se l’odore cambia colore o consistenza.

Prurito, bruciore, dolore, piaghe o noduli sono alcuni altri sintomi tipici, che possono essere indicativi, di uno dei vari disturbi che colpiscono la regione vulvare.

Inoltre, non dovresti mai esitare a metterti in contatto con il tuo ginecologo di fiducia, soprattutto se hai domande o dubbi su qualsiasi sintomo che potresti riscontrare nella tua zona genitale.

I nostri esperti sono molto discreti e i disturbi ginecologici che colpiscono donne sia giovani che anziane sono diversi, ma pur sempre e comunque tutti naturali, pertanto non bisogna mai farsi prendere dalla vergogna, timidezza o dallo sconforto e parlare al più presto possibile con uno specialista ginecologo indicato dall’istituto IDE.

Ottenere un controllo ginecologico il più rapidamente possibile deve essere la priorità di chiunque avverta sensazioni di disagio di questo tipo.

Alcune malattie ginecologiche possono anche aggravarsi se trascurate nel tempo.

Ginecologia dermatologica a Milano

Presso il centro di dermatologia di Milano IDE, possediamo un reparto dedicato esclusivamente alla ginecologia dermatologica.

Le condizioni vulvari che possono essere riscontrate a livello dermatologico sono molteplici, se ritieni di essere affetta da un qualsiasi disturbo a livello genitale non attendere a contattarci per ulteriori informazioni.

La clinica IDE è in grado di trattare disturbi ginecologici anche al di fuori della sfera dermatologica.

Quando si tratta della regione genitale, una condizione della pelle in quelle zone può essere molto spiacevole e angosciante.

Le condizioni della pelle che sono più frequenti in altre parti del corpo, come nei, verruche, psoriasi ed eczema, possono rispondere in modo diverso nella regione genitale, che come tutti ben sappiamo risulta essere una zona molto sensibile.

Durante la gravidanza, la menopausa e per una serie di altri motivi, una percentuale significativa di donne nota cambiamenti nella propria pelle.

Nel caso in cui ritieni di aver scoperto una condizione anormale della pelle nella tua regione vaginale, i dermatologi ginecologici di IDE sono in grado di identificare il problema e offrire trattamenti discreti ed efficaci.


Servizi relativi alla salute ginecologica delle donne

La teoria sostenuta dal centro IDE è che le donne di una certa età sono in grado di vivere comodamente e tuttavia di sentirsi ancora attraenti.

Per questo motivo, la nostra struttura di Milano è lieta di fornire servizi ginecologici e per la salute delle donne, come:

  • esami della salute genitale delle donne
  • supporto per disarmonie ormonali
  • test per malattie sessualmente trasmissibili
  • supporto per la menopausa

I rimedi ginecologici spesso possono includere integratori alimentari, terapia ormonale sostitutiva bioidentica e suggerimenti sullo stile di vita.

Ogni nostro esperto ginecoloco non vede l’ora di aiutare le pazienti a riprendere il controllo della propria salute e felicità.

PROBLEMI DI PELLE NELLA REGIONE VULVARE?

Per aiutarti a superare lle difficoltà cutanee delle nostre pazienti, presso IDE siamo entusiasti di supportare i classici problemi di pelle legati alla regione vaginale e vulvare, tramite l’erogazione di cure mirate per la salvaguardia della pelle e personalizzate e di livello medico, oltre a peeling e trattamenti estetici, siamo in grado di curare in via definitiva: melasma, macchie senili, acne e cicatrici da acne.

La nostra ampia gamma di servizi comprende di tutto, dalla ginecologia e cure per il benessere ai trattamenti cosmetici per il viso e il corpo.


Sviluppo sessuale e ciclo mestruale

Il menarca è il primo flusso mestruale della donna che rappresenta l’inizio del periodo fertile ed è il primo segnale di maturità sessuale.

Il ciclo mestruale è una sequenza di cambiamenti fisiologici dell’apparato riproduttivo che rende possibile la gravidanza.

Tenerlo sotto controllo e affrontare insieme alla paziente eventuali dolori e disagi, può migliorare la qualità della vita della persona. Può accadere, inoltre, che il ciclo mestruale non si presenti puntualmente o si presenti in maniera anomala, oppure in maniera abbondante o scarsa.

Contraccezione

Compito del medico ginecologo è anche quello di aiutare la propria paziente a scegliere un metodo contraccettivo, nel caso in cui ne faccia richiesta, adatto alle sue esigenze.

Non tutti i metodi di contraccezione si basano sugli stessi principi: esistono la pillola, l’anello vaginale, i gel, i profilattici, la spirale.

Si tratta di metodi sicuri per non incorrere in gravidanze non volute, ma ognuno di questi metodi ha caratteristiche diverse: alcuni sono più invasivi e definitivi, altri presuppongono l’assunzione di principi attivi la cui compatibilità va valutata con appositi esami da soggetto a soggetto.

Prevenzione ginecologica

La prevenzione in ambito ginecologico è essenziale.

Visite periodiche sono necessarie per contrastare l’insorgere di malattie tumorali dell’utero e delle ovaie.

A tale scopo sarebbe utile sottoporsi al pap test almeno una volta all’anno e sottoporsi periodicamente ad una visita ginecologica generale.

Infine, ove lo specialista lo ritenga opportuno può essere utile ricorrere ad esami più specifici, come le ecografie, in grado di portare alla luce eventuali patologie.

Gravidanza

La gravidanza è un momento particolare della vita della donna, tuttavia può portare con sé diverse problematiche.

Il medico ginecologico controllerà con visite periodiche e strumentazioni ed esami adeguati la salute della mamma e del feto.

Controllerà anche la progressiva e giusta preparazione dell’apparato genitale femminile e del bambino al momento del parto.

Inoltre, il ginecologo seguirà la puerpera nel decorso post partum.


Cura Eccellente per la Salute Genitale Femminile: Clinica Ginecologica IDE Milano

La città di Milano, rinomata per la sua eccellenza medica, ospita la prestigiosa Clinica Ginecologica IDE, un punto di riferimento cruciale per la salute delle donne in tutta la regione Lombarda.

Fondata con una dedizione profonda alla medicina dermatologica e alla ginecologica e cura delle donne, IDE Milano offre servizi medici avanzati all’interno di un ambiente accogliente e confortevole.

Storia e Impegno per la Salute delle Donne

La Clinica Ginecologica IDE Milano ha una storia di prestigio nel campo della medicina ginecologica.

Fondata con l’intento di offrire cure di alta qualità alle donne di Milano e dintorni, IDE ha sviluppato una solida reputazione basata sulla dedizione all’eccellenza medica e alla cura individualizzata delle pazienti.

Missione e Valori della clinica ginecologica

La missione di IDE Milano è focalizzata sulla promozione del benessere e della salute delle donne attraverso una cura completa e avanzata.

I valori fondamentali della clinica includono l’empatia, l’attenzione ai dettagli e un impegno per l’educazione delle pazienti.

IDE crede fermamente nell’importanza della prevenzione e nella diagnosi precoce delle condizioni ginecologiche.

Servizi Specializzati in Ginecologia

IDE Milano offre una vasta gamma di servizi ginecologici specializzati, tra cui:

  • Visite Ginecologiche Complete: Le pazienti possono prenotare visite di routine per monitorare la loro salute ginecologica e discutere delle loro esigenze specifiche con medici esperti.

  • Screening e Test diagnostici ginecologici: La clinica offre servizi di screening come il Pap test, l’HPV test e l’esame colposcopico per la prevenzione e la diagnosi precoce del cancro cervicale e delle condizioni correlate.

  • Ecografia Ginecologica: Utilizzando tecnologie all’avanguardia, gli specialisti di IDE conducono ecografie ginecologiche per valutare la salute dell’utero e degli organi riproduttivi.

  • Gestione della Gravidanza: IDE Milano fornisce un sostegno completo alle donne in gravidanza, dall’assistenza preconcezionale alla gestione prenatale avanzata.

  • Chirurgia Ginecologica: In caso di necessità, IDE effettua interventi chirurgici ginecologici con competenza e attenzione, utilizzando le più recenti tecniche e procedure minimamente invasive.


IDE: il tuo ginecologo di fiducia a Milano

IDE Milano conta su un team di medici ginecologi altamente qualificati e professionisti sanitari specializzati in medicina ginecologica.

Ogni membro ginecologo del team si impegna a fornire la migliore assistenza possibile alle pazienti, con un approccio empatico e personalizzato.

Una caratteristica distintiva di IDE Milano è l’atmosfera accogliente e rassicurante della clinica.

Il nostro ginecologo specializzato si impegna a mettere le pazienti a proprio agio, creando un ambiente in cui ci si sente ascoltate e comprese.

La Clinica Ginecologica IDE Milano si distingue per la sua eccellenza nella cura della salute delle donne.

La sua storia di dedizione alla medicina ginecologica, la missione centrata sul benessere delle pazienti e l’approccio empatico la rendono una scelta affidabile per le donne di Milano che cercano cure ginecologiche di alta qualità.

Se stai cercando una clinica che ponga la tua salute e il tuo comfort al primo posto, IDE Milano è sicuramente da prendere in considerazione.

I nostri specialisti in ginecologia a Milano


Istituto Dermatologico Europeo Milano


Menopausa

La menopausa è l’interruzione del ciclo mestruale dovuto all’esaurirsi dell’attività ovarica e può determinarsi in un qualunque periodo dell’età fertile della donna.

Tale stato produce una serie di mutamenti sia metabolici, sia sessuali, sia psicologici che richiedono l’intervento dello specialista.

In qualunque fase una donna si trovi la visita medica ginecologia è il primo passo per tutelare la propria salute.

Se desideri prenotare la tua visita contattaci!