Skip to main content
Prenotazioni & info: 02.5492511info@ide.it

Capelli e Gravidanza: tra Crescita e Perdita Post-Partum

L’arrivo di un neonato porta gioia e cambiamenti significativi nella vita di una donna, ma anche nei suoi capelli.

La maggior parte delle donne infatti riferisce di aver riscontrato un incredibile crescita dei capelli durante la gravidanza seguita da una repentina perdita dei capelli dopo il parto o durante l’allattamento. 

Nelle prossime righe esploreremo le ragioni che stanno dietro alla crescita e alla perdita dei capelli durante e dopo la gravidanza e proporremo infine dei consigli e dei suggerimenti sui trattamenti efficaci per affrontare il problema della perdita dei capelli post-partum.

Crescita dei Capelli Durante la Gravidanza

Durante la gravidanza, molte donne sperimentano un notevole aumento della crescita dei capelli, un fenomeno che spesso suscita meraviglia e meraviglia.

Questo aumento della densità e della lunghezza dei capelli è attribuibile principalmente agli ormoni, in particolare agli estrogeni e alla progesterone, che raggiungono livelli più elevati durante la gravidanza.

Gli estrogeni, noti per il loro ruolo nella regolazione del ciclo mestruale e dello sviluppo sessuale, hanno anche un impatto significativo sulla salute dei capelli.

Durante la gravidanza, gli estrogeni stimolano i follicoli piliferi, favorendo la fase di crescita dei capelli e rallentando il tasso di caduta dei capelli.

Questo prolungamento della fase anagen, o fase di crescita, significa che i capelli rimangono più a lungo sulla testa prima di entrare nella fase telogen, in cui avviene la caduta dei capelli.

Di conseguenza, la donna può notare una maggiore densità e volume dei capelli durante la gravidanza.

Oltre agli estrogeni, la progesterone, un altro importante ormone femminile, contribuisce anche alla crescita dei capelli durante la gravidanza.

La progesterone può agire sinergicamente con gli estrogeni per promuovere la salute dei follicoli piliferi e prolungare la fase di crescita dei capelli.

Tuttavia, oltre agli ormoni, ci sono altri fattori che possono influenzare la crescita dei capelli durante la gravidanza.

Ad esempio, l’aumento della circolazione sanguigna verso il cuoio capelluto può fornire una maggiore quantità di nutrienti e ossigeno ai follicoli piliferi, favorendo così la crescita dei capelli.

Inoltre, i cambiamenti metabolici e fisici che avvengono nel corpo della donna durante la gravidanza possono anche influenzare la salute dei capelli.

Un aumento dell’assunzione di alcuni nutrienti, come le proteine, le vitamine e i minerali, può sostenere la crescita dei capelli e la loro salute generale durante la gravidanza.

Mentre molte donne apprezzano la rigogliosa crescita dei capelli durante la gravidanza, è importante essere consapevoli che questo fenomeno può variare da persona a persona.

Alcune donne possono sperimentare un aumento significativo della crescita dei capelli, mentre altre possono notare solo lievi cambiamenti nella loro capigliatura.

Inoltre, è importante considerare che la crescita dei capelli durante la gravidanza può essere accompagnata da cambiamenti nella texture e nella struttura dei capelli, che possono rendere i capelli più spessi, più ricci o più ricci del solito.

L’aumento della crescita dei capelli durante la gravidanza è, quindi, un fenomeno comune e naturale, attribuibile principalmente agli ormoni come gli estrogeni e la progesterone, così come ai cambiamenti metabolici e fisici che avvengono nel corpo della donna durante questo periodo.

Mentre questo aumento della crescita dei capelli può essere apprezzato da molte donne, è importante essere consapevoli che è un fenomeno temporaneo e reversibile, che di solito si risolve dopo il parto e il ritorno ai normali livelli ormonali.

Perdita dei Capelli nel Post-Partum e Durante l’Allattamento

Tuttavia, dopo il parto, avviene un’imponente fluttuazione ormonale che può provocare una brusca diminuzione dei livelli di estrogeni e progesterone nel corpo della neo-mamma.

Questo cambiamento ormonale può innescare una fase di perdita dei capelli, nota come “effluvio telogeno postpartum”.

Durante questa fase, molti capelli che erano in fase di crescita possono entrare prematuramente nella fase di riposo, portando alla caduta dei capelli. 

Questo fenomeno, sebbene transitorio, può essere fonte di ansia e preoccupazione per le neo-mamme, che spesso si trovano a dover affrontare una serie di sfide nel periodo postpartum.

In aggiunta a ciò, durante l’allattamento, molte donne possono osservare un ulteriore aumento della perdita dei capelli.

Questo può essere attribuito ai cambiamenti ormonali e metabolici associati all’allattamento stesso, oltre al peso emotivo e fisico della nuova responsabilità genitoriale.

La combinazione di questi fattori può esacerbare la perdita dei capelli, rendendo ancora più complesso il periodo postpartum per molte donne.

Oltre alla sfida fisica e emotiva della perdita dei capelli dopo il parto e durante l’allattamento, è importante riconoscere e affrontare le cause sottostanti del problema. 

Nelle prossime righe esploreremo più approfonditamente le radici della perdita dei capelli postpartum e durante l’allattamento, oltre a fornire suggerimenti e strategie per gestire efficacemente questa situazione.

Cause della Perdita dei Capelli dopo il Parto e durante l’Allattamento

La perdita dei capelli dopo il parto e durante l’allattamento può essere attribuita a una serie di fattori fisiologici, ormonali e ambientali che interagiscono tra loro per influenzare la salute dei capelli durante questa fase delicata della vita di una donna.

  1. Cambiamenti Ormonali: Durante la gravidanza, il corpo femminile subisce una profonda rivoluzione ormonale per supportare la crescita e lo sviluppo del feto. Gli estrogeni e la progesterone, in particolare, raggiungono livelli elevati, stimolando la crescita dei capelli e contribuendo alla loro salute generale. Tuttavia, dopo il parto, questi livelli ormonali subiscono una drastica diminuzione, poiché il corpo si adatta al nuovo equilibrio post-gravidanza. Questo cambiamento ormonale può influenzare negativamente il ciclo di crescita dei capelli, portando a una maggiore perdita di capelli nel periodo postpartum
  2. Stress Fisico ed Emotivo: il periodo postpartum è spesso caratterizzato da un notevole stress fisico ed emotivo per le neo-mamme. L’allattamento, le nuove responsabilità genitoriali e le sfide legate alla cura del neonato possono creare un ambiente stressante che può avere un impatto sulla salute dei capelli. Lo stress può influenzare negativamente il ciclo di crescita dei capelli, accelerando il passaggio dei capelli dalla fase di crescita a quella di riposo, aumentando così la perdita di capelli.
  3. Carenza Nutrizionale: Durante l’allattamento, le donne possono essere soggette a una serie di carenze nutrienti a causa del trasferimento di nutrienti al neonato attraverso il latte materno. Una carenza di nutrienti chiave come proteine, vitamine e minerali può influenzare negativamente la salute dei capelli, rendendoli più deboli e soggetti alla caduta. Pertanto, è importante assicurarsi di seguire una dieta equilibrata e ricca di nutrienti durante l’allattamento per sostenere la salute dei capelli.

Trattamenti e Consigli per Gestire la Perdita dei Capelli

Nonostante la perdita dei capelli dopo il parto e durante l’allattamento possa essere un fenomeno temporaneo, esistono diversi trattamenti e consigli che le neo-mamme possono adottare per gestire efficacemente il problema e promuovere la salute dei capelli durante questa fase delicata della vita.

Eccone alcuni:

  • Cura dei Capelli Delicata: Una corretta cura dei capelli è essenziale per preservare la salute e la vitalità dei capelli durante il periodo postpartum e l’allattamento. Evitare di trattare i capelli in modo aggressivo, limitare l’uso di prodotti chimici aggressivi e proteggere i capelli dall’esposizione al calore eccessivo possono contribuire a ridurre la perdita dei capelli e mantenere i capelli sani e forti.
  • Integratori Nutrizionali: in alcuni casi, l’integrazione con vitamine e minerali specifici può essere utile per sostenere la salute dei capelli durante il periodo postpartum e l’allattamento. Integratori contenenti nutrienti chiave come ferro, zinco, vitamine del gruppo B e vitamina D possono aiutare a compensare eventuali carenze nutrienti e sostenere la crescita e la vitalità dei capelli.
  • Trattamenti Topici: Alcuni trattamenti topici possono essere utilizzati per promuovere la crescita dei capelli e ridurre la perdita dei capelli durante il periodo postpartum e l’allattamento. Prodotti contenenti ingredienti attivi come il minoxidil possono essere applicati direttamente sul cuoio capelluto per stimolare i follicoli piliferi e favorire la crescita dei capelli.
  • Consultare un tricologo o un dermatologo: Se la perdita dei capelli è eccessiva o persistente, è importante consultare un tricologo o un dermatologo per una valutazione approfondita e un trattamento personalizzato. Il medico può escludere altre cause sottostanti della perdita dei capelli e raccomandare trattamenti specifici o modifiche allo stile di vita.

SE STAI RISCONTRANDO UNA PERDITA DI CAPELLI SIGNIFICATIVA DOPO IL PARTO O DURANTE L’ALLATTAMENTO, CONTATTA L’ISTITUTO DERMATOLOGICO IDE DI MILANO PER SOLUZIONI CHIARE E SICURE PER RISOLVERE IL PROBLEMA.