Infezione virale della cute e/o delle mucose visibili che si manifesta con lesioni vescicolari abitualmente riunite “a grappolo” e, talora, con un’adenopatia satellite.

Sono possibili complicazioni sistemiche, in particolare a carico del sistema nervoso centrale. E’ una delle infezioni virali dell’uomo più frequenti: non ha predilezione di razza o di sesso.

Esistono due varianti, il tipo 1 (HSV1) e il tipo 2 (HSV2); il primo si manifesta abitualmente nella parte superiore del corpo, mentre il secondo predilige la parte inferiore. L’infezione da HSV1 si verifica di solito nell’infanzia per contatto interumano, mentre quella da HVS2 dopo l’inizio dell´attività sessuale, per quanto sia possibile il contagio del neonato durante il passaggio attraverso il canale del parto, della madre infetta.

Dopo il contagio, che avviene spesso senza sintomi il virus raggiunge tramite i nervi sensitivi i gangli del sistema nervoso, dove può rimanere latente per tutta la vita e riattivarsi periodicamente nella cute o nelle mucose, causando una sintomatologia clinica evidente.

Nel controllo dell’infezione svolgono un ruolo fondamentale le difese immunitarie dell’ospite. Le recidive si osservano infatti solitamente in coincidenza di eventi stressanti (traumi, emozioni, febbre, esposizione solare) che riducono transitoriamente la risposta immunitaria; qualora la depressione immunitaria sia permanente, l’infezione non risolve nella sede colpita, ma può anzi disseminarsi (con complicanze anche gravi, come l´encefalite erpetica).

Le manifestazioni si localizzano nelle zone di passaggio fra cute e mucosa (labbra – la cosiddetta “febbre”) e genitali. Dopo alcuni giorni le vescicole si rompono, dando luogo a erosioni superficiali che si ricoprono di croste bruno-giallastre. Solitamente l’herpes si esaurisce spontaneamente o mediante trattamento locale nel giro di pochi giorni. E’ caratteristica la recidiva sempre nelle stesse sedi.

SEZIONI MEDICHE
Dermatologia generale
Dermatologia pediatrica

PRESTAZIONI

  • Visita specialistica dermatologica

RIMANDI
Febbre