Skip to main content
Prenotazioni & info: 02.5492511info@ide.it

Ballerine e Tinea Pedis: Come Mantenere i Piedi Sani dentro le Scarpette

Le ballerine sono famose per la loro grazia, agilità e forza, ma dietro i movimenti eleganti si nasconde una realtà meno romantica: il rischio di contrarre la tinea pedis, nota anche come piede d’atleta.

La Tigna Pedis è un’infezione micotica che può compromettere le prestazioni delle ballerine.

Colpisce la pelle dei piedi, in particolare tra le dita ed è una delle infezioni cutanee più comuni e può interessare persone di tutte le età, ma gli atleti sono particolarmente suscettibili a contrarla.

Nelle prossime righe, esploreremo le ragioni che rendono le ballerine e i ballerini molto più propensi a contrarre la tigna pedis e forniremo strategie per prevenirla e gestirla.

Tigna Pedis e Punte di Gesso

Le punte di gesso, anche conosciute come “punte” o “scarpe da punta”, sono un tipo di calzature utilizzate principalmente dalle ballerine di danza classica.

Queste calzature speciali sono progettate per consentire alle ballerine di ballare sulle punte dei piedi, creando l’illusione di leggerezza e grazia sul palcoscenico.

Le punte di gesso sono costruite con una struttura rigida e una punta rinforzata in modo da sostenere il peso del corpo sulla punta dei piedi.

La parte superiore della scarpa è realizzata generalmente in materiale morbido e flessibile, come satin o pelle, per adattarsi al piede e consentire la massima libertà di movimento.

L’elemento distintivo delle punte di gesso è la punta rinforzata, solitamente realizzata con materiali rigidi come cartone, cuoio o pasta di gesso, che fornisce supporto e stabilità al piede quando è posizionato sulla punta.

Per ridurre il normale dolore o affaticamento dei piedi durante le lunghe ore di danza e per prevenire lesioni, sono stati negli anni progettati degli strumenti noti come ”salvapunte” o ”salvadita”, dei dispositivi disponibili in diverse forme, materiali e stili, che generalmente sono realizzati in silicone, gel, tessuto o materiale schiumoso.

Questa tipologia di calzatura e l’utilizzo dei salvapunte però, come facilmente intuibile, può creare l’ambiente favorevole per la proliferazione di batteri e funghi, provocando spesso, in chi le indossa con regolarità, infezioni cutanee come la tinea pedis.

Ci sono infatti diversi motivi per cui le punte di gesso possono contribuire allo sviluppo di questa infezione fungina:

  1. Umidità: Le punte di gesso, essendo costituite da materiali porosi come cartone o cuoio, possono trattenere l’umidità, specialmente quando i piedi delle ballerine sudano durante l’attività fisica. Lo stesso accade per i salvapunte, sia in silicone che in tessuto, perché quelli in silicone da un lato non assorbono il sudore ma allo stesso tempo non consentono traspirabilità, quelli in tessuto, potenzialmente più traspiranti, assorbono eccessivamente il sudore se compressi tra il piede e la punta. L’umidità accumulata all’interno delle punte di gesso e dei salvapunte crea un ambiente ideale per la crescita dei funghi, poiché l’umidità è uno dei principali fattori che favoriscono la loro proliferazione.
  2. Calore: Durante la danza, le ballerine esercitano una forte pressione sui piedi all’interno delle punte di gesso. Questo può causare un aumento della temperatura all’interno delle scarpe, creando un ambiente caldo e favorevole alla crescita dei funghi.
  3. Sudore: Le ballerine tendono a sudare molto durante l’attività fisica, specialmente nei piedi a causa dell’elevata concentrazione di ghiandole sudoripare. Il sudore prodotto durante la danza può accumularsi all’interno dei salvapunte in stoffa e delle punte di gesso, fornendo un nutrimento aggiuntivo per i funghi e aumentando il rischio di infezione.
  4. Contatto con superfici contaminate: Le punte di gesso possono venire a contatto con superfici contaminate da funghi, come pavimenti di palestre o spogliatoi pubblici. Se le ballerine indossano le punte di gesso senza calze o protezioni per i piedi, possono entrare direttamente in contatto con i funghi, aumentando il rischio di contrarre l’infezione.
  5. Condivisione delle scarpe o dei salvapunte: In alcuni casi, le ballerine possono condividere le punte di gesso o farsi prestare i salvapunte da altre persone. Se una ballerina ha la tinea pedis o altre infezioni fungine, l’uso delle stesse scarpe o degli stessi dispositivi di protezione da parte di altre persone può favorire la diffusione dell’infezione.

Prevenzione e Gestione della Tinea Pedis per le Ballerine di danza classica

Nonostante le sfide che le ballerine affrontano nell’utilizzo delle punte di gesso, esistono diverse strategie che possono adottare per prevenire e gestire la tinea pedis, garantendo così la salute e il benessere dei loro piedi.

Molto importante è comunque premettere che è sempre consigliabile ricorrere ad una visita dermatologica qualora si presentino sintomi di tigna pedis; il dermatologo, comprendendo l’importanza per la ballerina del suo mestiere e la necessità di utilizzare le punte di gesso e i salvadita per svolgere al meglio la sua attività, fornirà dei consigli, dei suggerimenti e dei trattamenti efficaci, realistici e coerenti con la sua esigenza.

  1. Igiene Approfondita dei Piedi: L’igiene dei piedi è un passaggio cruciale nella prevenzione della tinea pedis. Dopo l’allenamento o la performance, le ballerine dovrebbero lavare accuratamente i piedi con acqua e sapone, assicurandosi di pulire attentamente l’area tra le dita. Questo passaggio non solo rimuove il sudore, ma elimina anche eventuali residui di batteri o funghi che potrebbero accumularsi sulla pelle.
  2. Manutenzione Adeguata delle Punte di Gesso: Dopo ogni utilizzo delle punte di gesso, è essenziale dedicare del tempo alla loro pulizia e asciugatura accurata. Questo riduce l’accumulo di umidità all’interno delle scarpe e previene la proliferazione dei batteri e dei funghi. Le ballerine possono anche considerare l’applicazione di polveri o spray antifungini all’interno delle punte di gesso per ulteriormente ridurre il rischio di infezione fungina.
  3. Manutenzione Adeguata dei Salvapunte: Dopo ogni utilizzo, è importante pulire i salvapunte con cura per rimuovere eventuali residui di sudore, batteri o sporco accumulati durante la danza. È consigliabile lavare i salvapunte con acqua tiepida e sapone delicato, quindi risciacquare accuratamente e lasciare asciugare completamente all’aria. Dopo il lavaggio, è inoltre fondamentale asciugare completamente i salvapunte prima di riporli. Evita di esporre i salvapunte a fonti di calore diretto, come asciugatrici o radiatori, poiché il calore eccessivo potrebbe danneggiare il materiale. Per ridurre l’accumulo di umidità e batteri, è consigliabile alternare l’utilizzo di più paia di salvapunte. In questo modo, potrai permettere ai dispositivi di asciugarsi completamente tra un utilizzo e l’altro, riducendo il rischio di proliferazione dei funghi. D’aiuto è anche il controllare regolarmente lo stato dei salvapunte e sostituiscili se mostrano segni di usura, danni o deformità. L’utilizzo di salvapunte danneggiati o usurati potrebbe compromettere la loro efficacia nel fornire protezione e conforto durante la danza. Per un’ulteriore protezione contro la tinea pedis, considera l’utilizzo di spray antifungini specificamente formulati per i dispositivi indossati a contatto con la pelle, come i salvapunte. Questi spray possono aiutare a prevenire la crescita dei funghi e mantenere i tuoi piedi al sicuro durante l’utilizzo dei salvapunte.
  4. Consultazione Dermatologica Tempestiva: Se si manifestano sintomi di tinea pedis, come prurito, arrossamento o desquamazione della pelle dei piedi, è fondamentale consultare un dermatologo esperto il prima possibile. Una diagnosi e un trattamento precoci sono essenziali per prevenire la diffusione dell’infezione e garantire una rapida guarigione. Trattamenti come creme antifungine o farmaci orali possono essere prescritti per eliminare l’infezione e ripristinare la salute dei piedi.

Seguendo queste strategie preventive e gestionali, le ballerine possono continuare a godere della loro passione per la danza classica senza preoccupazioni riguardo alla tinea pedis.

La cura e l’attenzione ai dettagli nella cura dei piedi sono fondamentali per garantire la salute e il benessere a lungo termine.