Le Tinea Pedis sono micosi definite anche “Piede d’atleta”.

Sono lesioni localizzate tra le dita dei piedi che possono estendersi anche alle unghie (in questo caso prendono il nome di onicomicosi).

Le Tinea Pedis sono determinate da parassiti chiamati miceti che sono presenti nelle biancherie contagiate, calzini o docce pubbliche.

La proliferazione dei parassiti avviene particolarmente in zone del corpo umide (particolarmente negli spazi interdigitali).

Quali sono i fattori che provocano la Tinea Pedis?

I fattori provocanti sono: iperidrosi, processi di macerazione cutanea, lesioni cutanee, clima caldo umido, uso di calze sintetiche.

Il contagio può avvenire attraverso indumenti, impianti sportivi o igienici.

Come riconoscere la Tinea Pedis?

I sintomi tipici sono dolore, prurito e odore caratteristico.

La diagnosi può avvenire mediante esame obiettivo diretto o mediante la visione con microscopio e la successiva ricerca dell’antimicotico specifico, prassi seguita presso l’Istituto Dermatologico Europeo di Milano.

Le sostanze antimicotiche possono essere somministrate per via orale, via topica ed endovenosa.

Tra le sostanze ricordiamo Itraconazolo, Ketoconazolo, Amfotericina B e Miconazolo.