chirurgia-vascolare

Capillari visibili, fragili o rotti: come eliminarli?

I capillari sono i vasi sanguigni più piccoli presenti nel nostro corpo che si diramano nelle zone periferiche del nostro organismo (come ad esempio le gambe, una delle zone più soggette) per irrorare di sangue i tessuti.

La loro presenza nell’essere umano è del tutto normale, oltre a essere indispensabile. Può accadere però che una fragilità di questi vasi determini una maggiore visibilità sottocutanea dei reticolati capillari.

Questo problema può concentrarsi in diverse parti del corpo, ma è più frequente su cosce e gambe.

Cause dei capillari rotti

Nella manifestazione di fragilità capillare e conseguente rottura degli stessi, influisce sicuramente il fattore ereditario, ma la situazione può essere aggravata da sbalzi ormonali come quello che si verifica nella donna durante la gravidanza.

Altre cause possono essere riscontrate nella mancanza di vitamine nell’organismo, in particolare della vitamina C, ma anche nell’eccessivo uso di alcool e fumo e nella mancanza di attività fisica.

Problemi causati dai capillari rotti 

I capillari si presentano in reticolati violacei, soprattutto su cosce e gambe, visibili appena sotto la superficie della pelle.

Oltre ad essere antiestetici a livello visivo, essi possono produrre disagi al paziente, quali prurito e bruciore, ma anche dolore, poiché la circolazione risulta essere danneggiata.

Come si possono eliminare i capillari

Le tecniche laser a disposizione per eliminare i capillari consentono di intervenire in modo rapido ed efficace su fastidiosi inestetismi molto comuni: i capillari visibili.

La tecnica a laser NDY consente di eliminare definitivamente i capillari visibili attraverso impulsi fototermici che ne inducono la coagulazione e, successivamente, la scomparsa.

Come funziona il trattamento laser

Il trattamento laser per eliminare i capillari dura circa mezz’ora a seconda dell’ampiezza della zona su cui è necessario intervenire e viene praticato ambulatorialmente utilizzando una semplice crema anestetica per evitare ogni possibile fastidio al paziente.

Nella fase post-operatoria, la zona interessata apparirà arrossata per qualche giorno ma si tratta di una condizione temporanea e perfettamente sopportabile con l’uso di una specifica crema lenitiva.

Terapie sclerosanti

Per quanto riguarda invece il problema della dilatazione dei capillari è possibile risolvere la questione con le terapie sclerosanti, iniezioni locali di polidocanolo che portano alla chiusura dei vasi capillari visibili.

Dopo la mia prima gravidanza i miei capillari, già un po' visibili, si sono accentuati creando un reticolato nella zona delle cosce. Posso sottopormi al trattamento?
Con la gravidanza è comune che avvengano nel corpo cambiamenti fisiologici. In questi casi è meglio fare una visita per capire meglio come si sta sviluppando la situazione dei capillari delle gambe per decidere assieme alla paziente se sia il caso di intervenire subito, oppure aspettare che la situazione si stabilizzi, magari dopo la successiva gravidanza.
Il trattamento per rimuovere i capillari visibili è molto lungo?
Ogni seduta dura circa una mezz'ora a si concentra su una zona specifica. La seduta successiva si procede sul trattamento di un'altra zona.