dermatologia

Tipologie di angiomi e cure

Gli angiomi sono neoformazioni benigne circoscritte, causate da anomalie di sviluppo dei vasi sanguigni della cute e/o del sottocutaneo, che si presentano dilatati e con pareti ispessite.

Molto frequenti alla nascita possono fare la loro comparsa anche dopo qualche anno di vita.

Si distinguono due varietà: l’angioma piano e l’angioma rilevato.

Altre forme sono l’angioma stellare e l’angioma rubino.

In considerazione del fatto che alcune forme vanno incontro a risoluzione spontanea, la terapia deve valutare se, come e quando intervenire. In base alla localizzazione e alla manifestazione clinica vanno valutati i diversi tipi di intervento.

Vediamo nel dettaglio le diverse tipologie di angioma e come affrontare la loro presenza.

Angioma piano

Chiamato volgarmente “voglia di vino”, l’angioma piano è rappresentato da una chiazza rosso-bluastra di dimensioni variabili presente già alla nascita. Frequente la localizzazione al volto. Il trattamento è chirurgico e/o mediante laser.

Angioma rilevato

Detto anche angioma tuberoso, si presenta come una tumefazione rilevata di consistenza elastica, a nodulo o placca più o meno estesa che compare nelle prime settimane di vita.

A seconda della localizzazione nello spessore cutaneo si definisce: tuberoso se più superficiale e di colorito rossastro; cavernoso se profondo nel sottocute sormontato da cute normale o bluastra.

Angioma Rubino

Detto così per la sua colorazione color rubino è anche questo un tipo di angioma di forma rilevata.

Si tratta infatti di un rilievo delle dimensioni di qualche millimetro di colorito rosso vivo localizzato di solito al tronco o al cuoio capelluto. Il trattamento è chirurgico.

Angioma Stellato

L’angioma stellato è costituito da un vaso centrale dilatato dal quale si dipartono in modo centrifugo tanti vasi satelliti disposti a raggiera. Anche in questo caso è necessario intervenire con un trattamento chirurgico.

Ho un angioma sull'avambraccio destro, devo trattarlo oppure posso non ricorrere ad alcuna terapia?
Gli angiomi sono differenti tra loro per formazione, dimensioni e origine. Alcuni si riassorbono da soli, per altri invece è necessario intervenire dal punto di vista medico.