Skip to main content
Prenotazioni & info: 02.5492511info@ide.it

Tilomi e Calli

Sia i calli che i tilomi sono caratterizzati da una regione limitata di ipercheratosi (inspessimento della pelle) che si forma in risposta a sfregamenti o compressioni ricorrenti della cute in una determinata zona corporea.

  • I calli sono un tipo più superficiale di ispessimento cutaneo che può interessare porzioni significative della pelle e sono spesso asintomatici.
  • I tilomi sono definiti dalla loro maggiore profondità, circoscrizione e propensione a causare disagio: Il Tiloma in dermatologia indica una lesione plantare ipercheratosica circoscritta con un nucleo centrale conico di cheratina compatta che provoca dolore vivo pungente all’appoggio del piede.

La presentazione clinica di entrambe le patologie funge da strumento diagnostico primario, mentre il trattamento consiste nell’abrasione fisica o nell’uso di cheratolitici, a seconda della gravità delle condizioni.

Alterazioni della biomeccanica del piede, come indossare scarpe diverse, sono necessarie per la prevenzione di questa condizione.

Gli interventi chirurgici vengono eseguiti solo occasionalmente, quando la situazione si presenta debilitante.

Di solito il “Corn” o ” “Corno” di cheratina è conseguenza di un trauma o infiammazione cronica della zona colpita, quindi un tiloma ulteriormente peggiorato.

Il tiloma va differenziato dalla verruca plantare.

In generale un callo cheratinico è un’area della pelle ispessita ed indurita che si forma solitamente a seguito di attriti, pressioni o irritazioni continue, quindi è una diretta reazione a livello di difesa della pelle.

Dove si formano calli e tilomi?

Un tipo di corno calloso che spesso si forma sotto la pianta del piede (o in altre zone del corpo), è conosciuto come tiloma o nei casi più lievi come callo.

Possono essere dolorosi e fastidiosi, specialmente quando si trovano sotto i piedi o tra le dita degli stessi e vengono pressati dal peso corporeo del paziente.

Solitamente il corpo umano utilizza calli e duroni per proteggere la pelle dall’irritazione continua.

Spesso queste patologie si formano sui piedi a causa dell’uso di scarpe inadeguate, del camminare scorretto o a causa di particolari pratiche sportive; queste sono tutte attività ripetitive che stressano la pelle dei piedi.

Si consiglia vivamente di consultare un dermatologo specializzato in tilomi e calli presente presso il centro IDE a Milano, se l’escrescenza callosa in questione ti fa sentire disturbato o dolorante.

I nostri medici specializzati in corni cheratinici, calli e tilomi sono in grado di fornire consigli su come gestire la condizione, che possono includere calzature adeguate, ammortizzazione dell’area e altri trattamenti per alleviare il disagio e prevenire l’ulteriore sviluppo di calli e tilomi.


SEZIONI MEDICHE PER IL TRATTAMENTO DEL TILOMA O DEL CALLO

PRESTAZIONI MEDICHE CORRELATE AL TRATTAMENTO DEL TILOMA O DEL CALLO


Calli e Tilomi plantari – perché si formano?

Le cause poc’anzi accennate dei calli e i tilomi plantari sono dovute soprattutto a causa di attrito e pressione ripetuti alle piante dei piedi o fra le dita degli stessi.

Dolore ai calli plantari e tilomi possono verificarsi, soprattutto quando si cammina o si sta in piedi.

Principali fattori che influenzano lo sviluppo dei tilomi e calli plantari

Come già detto, le cause principali includono una routine viziosa che implica un continuo e peretuo trauma che va man mano ad inspessire la cute a livello meccanico, come difesa del corpo.

Tuttavia esistono altre differenti cause da tenere bene presenti se si vogliono evitare queste spiacevoli condizioni cutanee:

  • Scarpe che non sono adatte: La formazione di calli può essere causata da scarpe troppo strette, con punta stretta o alte tacche.
  • Aumento di peso: L’eccesso di peso può causare calli aumentando la pressione sui piedi durante la deambulazione.
  • La camminata e la postura: I calli possono essere causati da un maggiore attrito sui piedi a causa di una postura o di un modo di camminare errato.
  • Attività ripetute: I calli possono essere causati da attrito e pressione a causa di attività che coinvolgono movimenti ripetitivi dei piedi, come la corsa o la danza.
  • Piedi con arcate pronunciate o piedi piatti: L’insorgenza di calli può essere causata dalla struttura del piede, che influisce sulla distribuzione del peso e sulla pressione.

Per trattare i calli plantari e i tilomi, è fondamentale indossare scarpe confortevoli e ben aderenti, evitare di camminare a piedi nudi su superfici dure, utilizzare solette o cuscinetti per ridurre l’attrito e la pressione e consultare un dermatologo dell’istituto IDE di Milano se il callo o il tiloma risulta essere molto doloroso o richie una rimozione chirurgica professionale.


Trattamenti e cura per callo o tiloma presso la clinica IDE a Milano

Il modo in cui si affrontano i calli e i tiloma (anche conosciuti come callosità) varia in base alla gravità del problema e alla causa sottostante.

Ecco alcune opzioni di trattamento da considerare:

  1. Modifiche alle calzature: Indossare scarpe comode e ben aderenti che evitino attriti e pressioni eccessive sulle zone problematiche può contribuire a prevenire ulteriori irritazioni.
  2. Utilizzo di protezioni o supporti: Applicare cuscinetti o solette realizzate in silicone o materiali morbidi sotto l’area interessata può aiutare a distribuire la pressione e a ridurre l’attrito.
  3. Ammollo dei piedi: Immergere i piedi in acqua calda e successivamente utilizzare una pietra pomice o una lima delicata per rimuovere delicatamente la pelle ispessita può contribuire a ridurre la spessa pelle.
  4. Creme idratanti: Applicare regolarmente creme o lozioni specifiche per i calli può ammorbidire la pelle e contribuire a ridurre lo spessore delle zone indurite.
  5. Prodotti topici: Alcuni prodotti over-the-counter contengono acidi o sostanze chimiche che possono delicatamente rimuovere lo strato di pelle ispessita. Tuttavia, è importante essere cauti con tali prodotti e seguire attentamente le istruzioni.
  6. Intervento medico: Se i calli o i tiloma causano dolore o sono persistenti, potrebbe essere necessaria l’attenzione di un medico o di un podologo. Questi specialisti possono rimuoverli professionalmente utilizzando strumenti specifici e metodi appropriati.
  7. Trattamenti avanzati: Trattamenti come la crioterapia (uso del freddo) o terapie con laser possono essere impiegati per eliminare in modo mirato i calli.
  8. Rimozione chirurgica: In situazioni molto serie e persistenti, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere i calli o i tiloma.

È rilevante notare che, sebbene sia possibile affrontare i calli e i tilomi, è consigliabile consultare un medico o un dermatologo, soprattutto se la condizione causa disagio, è grave o persistente.

Questi professionisti possono consigliare il trattamento più adatto in base alle circostanze personali.

Rimozione chirurgica del callo plantare o del tiloma presso IDE Milano

La rimozione chirurgica del tiloma o del callo plantare è una scelta da prendere in considerazione quando la situazione è seria, continua nel tempo o sta causando un disagio significativo.

Questa procedura è eseguita presso la clinica IDE a Milano da un medico o dermatologo chirurgo esperto e può coinvolgere diversi passaggi.

È importante notare che la decisione di procedere con l’intervento chirurgico al callo plantare o al tiloma plantare dovrebbe essere discussa con un professionista medico, considerando attentamente i rischi e i benefici.

Di seguito si trova una panoramica delle possibili fasi coinvolte nella rimozione chirurgica di un tiloma del piede o di un callo plantare:

  1. Esame medico: Il dottore dermatologo valuterà la gravità del problema, esaminerà la storia medica del paziente e deciderà se la chirurgia è la soluzione migliore.
  2. Anestesia: La zona interessata sarà insensibilizzata per garantire che il paziente non soffra durante la procedura.
  3. Estrazione: Il chirurgo userà attrezzi specifici per rimuovere il tiloma o il callo. Questo può comportare la raschiatura o il taglio dello strato di pelle ispessita. L’obbiettivo è eliminare il tessuto indurito in eccesso.
  4. Controllo del sanguinamento: Durante l’operazione, il chirurgo adotterà misure per controllare eventuali sanguinamenti.
  5. Pulizia e sutura: Dopo aver rimosso il tiloma o il callo, il chirurgo pulirà l’area e, se necessario, suturerà la ferita. In alcune circostanze, un unguento antibiotico potrebbe essere usato.
  6. Bendaggio: L’area operata sarà coperta con un bendaggio o una fasciatura sterile.
  7. Recupero: Il paziente riceverà istruzioni su come gestire la ferita durante il periodo di recupero. Questo potrebbe includere cambi di bendaggio, il monitoraggio di segni di infezione e la protezione dell’area trattata.
  8. Visita di controllo: Il medico pianificherà una visita di follow-up per monitorare il processo di guarigione e assicurarsi che non ci siano complicazioni.

È fondamentale seguire attentamente le indicazioni del medico dermatologo dopo l’intervento chirurgico su un tiloma o callo per garantire una guarigione corretta.

L’operazione è normalmente considerata quando altre opzioni terapeutiche non sono risultate efficaci o la situazione è particolarmente grave.

La scelta del trattamento dovrebbe essere basata sulla consulenza di un professionista medico qualificato.